Home Server Di Hosting Microsoft alle prese nonostante l’antitrust europeo per concludere le licenze del software cloud

Microsoft alle prese nonostante l’antitrust europeo per concludere le licenze del software cloud

0


Le modifiche apportate a motivo di Microsoft alle sue licenze cloud su Windows e del di loro software applicativo, entrate per mezzo di forza il 1° ottobre 2022 nonostante ciò meta su “rendere insensibile più soddisfacentemente comodo calzare carichi su compito e licenze sui cloud dei collaboratore”, hanno attirato l’bile confacente su quei collaboratore cloud, dei quali hanno presentato un lagnanza antitrust alla Incarico Europea. Il ad essi rispetto è le quali Microsoft utilizzando le nuove licenze software per concludere chiudere le aziende europee nella collezione dei fornitori cloud per concludere alla maniera di la virtualizzazione desktop e l’hosting su applicazioni.

Nicole ThisenChief Compagno Officer su Microsoft, ha descritto i cambiamenti apportati alle licenze alla maniera di un procedimento più soddisfacentemente modesto sia per concludere le aziende su calzare il software concesso per mezzo di arbitrio nel cloud su un collaboratore (ad l’ su applicazioni su Windows 11 su server multi-tenant), sia per concludere i fornitori su su realizzare e mercanteggiare soluzioni più soddisfacentemente agevolmente nel ad essi cloud prediletto.

Nondimeno, le modifiche includono fino alcune restrizioni notevoli. Le aziende, appunto, possono differire il ad essi software nonostante arbitrio esistente sui cloud su Alibaba, Amazon Web Services, Google Cloud Platform, Microsoft Azure se no qualunque outsourcer le quali si basa sulla ad essi infrastruttura dovrebbero divenire titolare nuove licenze dal scarso prestazioni su hosting.

Sono state queste restrizioni a irritare il Cloud Infrastructure Service Providers per mezzo di Europe (CISPE)un’associazione no-profit belga i cui membri includono Amazon Web Services, una collezione su abito da società francesi su hosting web e applicazioni (su cui la più soddisfacentemente citazione è OVH), Leaseweb nei Paesi Bassi e altre abito da società su hosting nazionali e multinazionali nonostante località per mezzo di Finlandia, Italia (Aruba.it) e Spagna.

Ricorso affettato

Il 9 novembre 2022, il CISPE ha presentato un lagnanza affettato alla Amministrazione complessivo della (DG Comp) della Incarico Europea, la aforisma antitrust per concludere i 27 Stati membri dell’Armonia Europea. il lagnanza, Microsoft starebbe usando la sua ubicazione sovrastante nel del software su prestazione per concludere guidare i clienti europei atteggiamento la propria infrastruttura cloud Azure, a pregiudizio dei fornitori su infrastrutture cloud e degli utenti dei IT europei.

La Incarico Europea dovrà esaminare la diverbio per mezzo di piede a una campione. Il capolista movimento su consiste nel suscitare dubbio Microsoft detenga se no a meno che una ubicazione sovrastante sul argomento del lagnanza. , può votare su bucare un’ricerca per concludere riscontrare dubbio Microsoft davvero abusando su ubicazione sovrastante. Al locuzione dell’ricerca, la Incarico può mettere in circolazione il cosiddetto Statement of Objections, al quale le parti per mezzo di fonte possono quadrare un tempo le quali la Incarico stessa raggiunga una iniziativa affettato.

Tre su successione per concludere Microsoft

Nondimeno, si stratta del capolista lagnanza su questo sorta le quali la Incarico ha ricevuto dai rivali su Microsoft. All’avvio del 2021, il fornitore tedesco su su archiviazione online NextCloud ha appunto presentato un lagnanza alla DG Comp per mezzo di all’ su Onedrive per mezzo di Microsoft 365. La querela ha quindi ottenuto il fondamento su altri fornitori su online europei dai membri del CISPE. A avvio 2022 è stata prima o poi la voltone su OVH classe ad Aruba.it e a un consorzio su fornitori su cloud danesi nonostante un lagnanza unito sulle pratiche su Microsoft.

Dopoché questi reclami sono diventati pubblici, il presidente su Microsoft Brad Smith ha riconosciuto la potenza su alcune affermazioni e ha annunciato a maggio un piatto per concludere supportare i fornitori su cloud europei per traverso modifiche alle licenzele quali sono confacente quelle entrate per mezzo di forza il 1° ottobre 2022.

Resta a motivo di capire dubbio questo terzo lagnanza portato antecedentemente dal CISPE porterà ulteriori cambiamenti nella ubicazione su Microsoft e dubbio è veridico i casi antitrust dell’Armonia Europea possono tollerare multe abbondantemente elevate, è tanto veridico le quali il ad essi metodo è molto placido. Le precedenti azioni antitrust europee ostilmente Microsoft per concludere il bundle su unito dei familiari prodotti all’intrinseco su una suite software si sono appunto trascinate per concludere età.

Nel 2004 Microsoft ha versato una su 611 milioni su dollari una volta che la Incarico Europea l’ha ritenuta delinquente su aver inserito illegittimamente il di loro player all’intrinseco su Windows XP (lanciato nel 2001); a questa un tempo si sono aggiunti 357 milioni su dollari nel 2006 e altri 1,3 miliardi su dollari nel 2008 per concludere aver rispettato la avviso del 2004. Nel 2013, insomma, Microsoft è stata sanzionata nonostante una a motivo di 731 milioni su dollari per concludere aver ambasciatore per mezzo di bundle il di loro browser Internet Explorer nonostante Windows 7, un vicenda affiliato nel 2011 per concludere un modo operativo lanciato nel 2009.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here